30 dicembre 2009

Scuola, ESPA: ora la Gelmini sta iniziando a pagare i danni fatti agli alunni con disabilità sardi e alle loro famiglie

Comunicato stampa

ESPA (PD): Il TAR condanna la Gelmini al risarcimento del danno nei confronti degli alunni sardi con disabilità. Subito un Fondo Regionale di assistenza legale a loro sostegno. L'assessore Baire si schieri apertamente senza se e senza ma a difesa dei bambini sardi con disabilità, contro la riforma Gelmini, non possono essere solo i tribunali ad intervenire.

 

E' notizia di oggi che il TAR LAZIO – dando ragione ai ricorsi dell'Avv. Riccardo Caboni  - ha riconosciuto il diritto di tre bambini con disabilità delle scuole elementari sarde ad ottenere non solo l'aumento delle ore illegittimamente tagliate ma anche il risarcimento del danno subito per l'inadeguato numero di ore di sostegno che è stato illegittimamente attribuito, nonostante la sua effettiva esigenza certificata.

          Il giudice amministrativo, infatti, non solo ha restituito in via d'urgenza l'insegnante di sostegno agli alunni aventi diritto ma addirittura ha condannato il Ministero a risarcire i danni per il periodo di illegittima riduzione delle ore spettanti.
 
Per la prima volta in Italia, inoltre, è stato riconosciuto il danno esistenziale anche ai genitori. Infatti il ministero è stato condannato ad un risarcimento di 4000 euro per ciascuno, oltre al pagamento delle spese processuali.
 
"I tribunali continuano a dar ragione alle famiglie sarde e di tutt'Italia- dichiara Marco Espa, consigliere regionale primo firmatario dell'ODG per la sospensione degli effetti della Riforma Gelmini in Sardegna - complimenti all'avvocato e alle famiglie per questa vittoria, fatta con loro grandi sacrifici, che apre una strada per tutti. Ora intervenga anche la Corte dei conti per colpire chi, ministro o funzionari ministeriali, hanno sbagliato e chiedere la restituzione dei soldi che lo Stato deve giustamente versare come indennizzo alla famiglie a causa di questa sciagurata riforma. Continuo a chiedere che l'assessore Baire si schieri apertamente senza se e senza ma a sostegno degli alunni con disabilità che combattono (ed è assurdo, pazzesco, che i bambini con disabilità sardi siano costretti a questo)  per il loro diritto all'istruzione che è un diritto alla vita. Annulli con un provvedimento unilaterale l'accordo stato regione da lei sottoscritto, blocchiamo gli effetti della riforma Gelmini in Sardegna.
Da parte nostra presenteremo nel prossimo collegato alla finanziaria in discussione in consiglio regionale un emendamento per la costituzione di un fondo regionale per l'assistenza legale alle famiglie. I ricorsi al Tar costano, molte famiglie non possono permettersi i ricorsi, e se la giustizia deve essere giusta  i diritti vanno sostenuti, in attesa che la famigerata riforma venga abbandonata"



1 commento:

isola ha detto...

E' una cosa molto giusta e sarebbe importante che il maggior numero possibile di famiglie ne venissero informate. Ho letto la notizia in un articolo su "La Nuova Sardegna", ma forse sarebbe bene che si tornasse a parlarne, anche in televisione.
Personalmente l'ho diffusa nel gruppo SOS sostegno su Facebook. Ringrazio Marco Espa per quanto sta facendo in difesa dei diritti dei disabili.
Maria Motta Sassari